Comunicati e news


Covid 19, EbiTer Campania stanzia 120mila euro per lavoratori e imprese del Terziario

Via alle richieste da giovedì 1 luglio

La presidente Di Tuoro: «Ancora una volta vicini a famiglie e aziende colpite dalla crisi»


.

L’EbiTer Campania (Ente Bilaterale del Terziario – composto da Confcommercio, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil), nell’ambito della sua attività di rafforzamento del welfare territoriale, stanzia 120mila euro per lavoratori e imprese campane che operano nel Terziario. Le misure, deliberate dal Consiglio direttivo dell’Ente, hanno l’obiettivo di attenuare le conseguenze economiche dell’emergenza Covid sia per i lavoratori che per le imprese di un comparto che è stato molto colpito dalla crisi.


«Si tratta di due “bonus una tantum”, che vanno ad aggiungersi a quelli già messi in campo dall’Ente a novembre scorso, e che sono finalizzati a sostenere, da un lato, le famiglie dei lavoratori del settore in cassa integrazione e, dall’altro, le imprese per l’adeguamento delle misure di sicurezza necessarie a fronteggiare il Covid-19» afferma la presidente dell’EbiTer Campania, Luana Di Tuoro, che aggiunge: «Queste nuove misure speriamo possano accompagnare lavoratori e imprese del Terziario, tra i settori più colpiti dalla crisi, verso una ripresa che ci auguriamo possa essere forte e veloce».


Il primo bando è un bonus rivolto ai lavoratori dipendenti delle imprese del Terziario: ogni lavoratore ammesso al beneficio avrà diritto a 200 euro.


Il secondo bando è rivolto, invece, alle imprese del Terziario ed è finalizzato a sostenerle nell’adeguamento delle condizioni di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro: ogni impresa ammessa riceverà un contributo di 300 euro.


Sarà possibile inviare la richiesta a partire da giovedì 1 luglio 2021 fino al prossimo 30 luglio, secondo le modalità stabilite dal bando, che può essere scaricato, insieme ai moduli da compilare, dal sito www.ebitercampania.it


​​​​​​​


Bonus Covid-19 EbiTer Campania, arrivate centinaia di richieste

La presidente di Tuoro: «Distribuiti quasi centomila euro a lavoratori e imprese del Terziario»

Grande successo per i due “bonus una tantum” banditi lo scorso 1 luglio dall’EbiTer Campania . Alla data del 30 luglio, ultimo giorno utile per la presentazione delle domande, risultavano presentate 460 richieste per il “bonus una tantum di 200 euro” destinato a sostenere il reddito dei lavoratori di imprese del Terziario in cassa integrazione, mentre sono state 49 le imprese del Terziario che hanno presentato domanda per il “bonus una tantum di 300 euro” finalizzato a sostenerle nell’adeguamento delle misure di sicurezza necessarie a fronteggiare il Covid-19 sui luoghi di lavoro.

«Il grande numero di richieste presentate per entrambi i bonus conferma la validità della scelta effettuata dal nostro Ente, che ha deciso di intervenire ancora una volta, dopo il successo dei bandi dell’autunno scorso, per sostenere i lavoratori e le imprese del Terziario, tra i più colpiti dalle conseguenze economiche dell’emergenza coronavirus» ha affermato la presidente dell’EbiTer Campania, Luana Di Tuoro, che ha aggiunto: «Nel mese di agosto, dopo aver terminato i controlli sulla regolarità delle domande presentate e la loro corrispondenza alle norme dei bandi, sono stati distribuiti circa centomila euro a lavoratori e imprese. Una cifra considerevole che ribadisce ancora una volta la volontà dell’EbiTer Campania di andare avanti nella sua attività di rafforzamento del welfare territoriale, a sostegno delle famiglie dei lavoratori e delle imprese del settore».

La dotazione per il primo bando, quello destinato ai lavoratori, era in grado di soddisfare un massimo di 400 bonus da erogare, soglia raggiunta il 23 luglio scorso, alle ore 14.19. Le 60 domande arrivate in data successiva sono state, però, protocollate e prese in considerazione in ordine cronologico di arrivo. Alcune sono state ammesse a scorrimento, in sostituzione di domande precedenti che non presentavano i requisiti richiesti dal bando. Per quanto riguarda il bonus imprese, invece, sono state 49 quelle che hanno presentato regolare domanda e ricevuto il bonus.

«Speriamo che questo possa essere l’ultimo intervento dell’EbiTer con misure legate all’emergenza Covid» ha concluso la presidente Di Tuoro augurandosi che «la situazione economica possa migliorare nel più breve tempo possibile, scongiurando la chiusura di ulteriori imprese e determinando una ripresa stabile dell’occupazione».